L/C

BRANCO SEONEE

Dagli 8 agli 11 anni i bambini e le bambine vivono nel "branco" o nel "cerchio" come lupetti o coccinelle. Nel nostro gruppo è presente un branco misto, composto da bambini e bambine: Branco Seeonee costituito da 3 sestiglie

 

 

 

 

 

 

GRIGI NERI FULVI

Marika Marino Cristina bonventre Eleonora favara

Simona Gaudino Aurora Ingarra Giuseppe Pipitone

Ignazio Oliveri Diana Drago Miriam Oliveri

Luca Sutera Andrea Scalisi Rosario Calandrino

Nicolò Pumilia Francesco Ippolito Valerio Gaudino

Giuseppe Robino Marco Schifano Samantha Messina

Giuseppe Palermo Gioele Ficarotta Gabriele Plaia

Calogero Cappello Nicolò Di Giovanni

 

 

Il branco è una proposta di vita comunitaria in cui ciascun bambino ha una identità individuale ed un suo ruolo ed in cui l'impegno e la responsabilità del singolo sono indispensabili per la crescita del gruppo. Lo spirito di gioia e di "famiglia felice" unisce bambini e adulti, in una vita a contatto con la natura di cui imparano a conoscere e a scoprire le bellezze e le ricchezze, dono di Dio; in una comunità di bambini con adulti educatori; in un impegno a giocare con gli altri facendo sempre del "proprio meglio". Si offre al bambino la possibilità di scoprire e conoscere se stesso e il mondo circostante, di sentirsi parte dell'ambiente naturale nel rispetto reciproco, di imparare ad avere attenzione alle piccole cose e a ritrovare la gioia della semplicità del gratuito che fu propria di S.Francesco, patrono di tutti i Lupetti e Coccinelle d'Italia.

Le attività del branco ha inizio ad Ottobre di ogni anno e si svolgono generalmente tutti i Sabati dalle 15.30 alle 17.30.

Durante l'anno si svolgono almeno due o tre "Caccie": si tratta di un insieme di esperienze e di attività che il Branco vive per una intera giornata o due, fuori dalla tana e dalla sede, all'aperto normalmente appoggiandosi ad una casa per le uscite.

A conclusione delle attività svolte durante l'anno, ogni estate tutto il Branco vive un campeggio della durata di una settimana che rappresenta il momento privilegiato, più bello e più intenso per conoscersi e stare insieme: le Vacanze di Branco.

 

 

L’AMBIENTE FANTASTICO

 

La scelta caratterizzante il metodo della branca è l’Ambiente Fantastico come traduzione pedagogica di un racconto. Per Ambiente Fantastico si intende il gioco continuativo di un tema in cui sono immerse le attività del branco. L’ambiente fantastico utilizzato nella branca dei Lupetti è la Giungla, vissuta attraverso “Le storie di Mowgli”, tratte dal Libro della Giungla di Kipling.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL GIOCO

 

Il gioco fa parte del mondo del bambino; diviene pertanto elemento centrale della metodologia della branca. Attraverso il gioco i bambini si misurano continuamente con se stessi, conoscono il proprio corpo, ne acquisiscono il controllo, si esprimono e comunicano con gli altri, con creatività e fantasia. Giocando i bambini imparano a sperimentare, osservare e interiorizzare consapevolmente le regole, ad avere rispetto degli altri, ad accettare i propri limiti facendo sempre del proprio meglio per superarli, e a collaborare con gli altri.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA FEDE

 

Nel branco e nel cerchio i bambini sono chiamati a conoscere tutte le proprie potenzialità ed a scoprirsi figli di Dio con la semplicità e il linguaggio caratteristico della loro età. Gesù stesso ha indicato nel fanciullo il tipo dell’uomo che incontra il Messia, insegnando ad accoglierlo per ciò che è già e non solo per ciò che sarà. Senza far leva eccessivamente sull’emotività e sull’osservanza delle regole, i bambini sono accompagnati nella graduale maturazione della loro vita spirituale, superando così il naturale egocentrismo grazie all’incontro con Gesù e col suo Vangelo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA NOSTRA LEGGE

"Il Lupetto pensa agli altri come a se stesso/a.

Il Lupetto vive con gioia e lealtà insieme al Branco".

 

 

LA NOSTRA PROMESSA

"Prometto, con l'aiuto e l'esempio di Gesù,

di fare del mio meglio nel migliorare me stesso,

nell' aiutare gli altri,

nell' osservare la Legge del Branco".

 

 

IL NOSTRO MOTTO

"Del nostro meglio"

 

 

 

IL SALUTO DEI LUPETTI

 

I lupetti salutano con la mano destra, portando all'altezza della tempia l'indice e il medio tesi e divaricati (che ricordano i due articoli della Legge e le orecchie tese del lupo), l'anulare ed il mignolo ripiegati sotto il pollice (il grande aiuta il piccolo).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL PATRONO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

UNIFORME

 

Baden Powell diceva: "il lupetto tiene la sua uniforme elegante e pulita, non la lascia mai sporca macchiata di fango, e fa attenzione che non gli si rovini o strappi giocando nel bosco. Per il lupetto l'uniforme significa che appartiene a una grande fratellanza che si estende in tutto il mondo".

 

 

l 4 Ottobre ricordiamo San Francesco d'Assisi, Patrono d'Italia, scelto dallo Scoutismo Cattolico come protettore della Branca L/C.

 

 

 

Forse il più famoso santo al mondo, San Francesco, Patrono d'Italia, è anche Patrono della Branca Lupetti. Con la sua attenzione verso il Creato nella sua totalità, nel quale ha visto la presenza e l'opera di Dio Creatore, Francesco invita l'uomo a sentirsi parte attiva della creazione, come in una grande famiglia dove ognuno porta il meglio di se e accoglie l'altro. Il clima di famiglia felice che caratterizza il branco è il clima ideale per far vivere ai bambini questo grande insegnamento.